Allievi 2006Ripresa black out per il Villafranca, al Camisano tre punti

Marzo 15, 2022by Ufficio Stampa0

Allievi Under 16 Regionale A
Villafranca –  Camisano
di Michelangelo Bonura
foto di Miriam Cavraro

 5a giornata di ritorno, il campo di Pizzoletta si presenta in buone condizioni, si temeva la gelata notturna. La temperatura è fresca ma accettabile, ed i ragazzi sono pronti per aprire le danze. Oggi si affronta il Camisano venuto dal vicentino con al seguito i propri supporter (genitori) muniti di campanacci di incitamento, come già sentiti all’andata. Tifo caldo nella fresca mattinata.

Villafranca: (4-3-3)
Boldrini, Mariani, Rigoni, Sakyi, Pogor, Moschini, Motta (35’St Pantano), Masotto, Gonzalez (5’St Dehbi), Bonura (30’St Pisani), Cordioli.
A disposizione: Gaule, Mazzi
Allenatore: Andrea Sorio
Dirigente accompagnatore: Michelangelo Bonura
Massaggiatore: Cristiano Mariani


Camisano: (4-4-2)

Urquilla, Rigoni, Segato, Consolaro, Blake, Spigarolo, Ferro (9’St Mezzaro – 34’St Riello), Guerra (36’St Rigon), Milani, Favero, Corrias (1’St Basilio).
A disposizione: Boaron, Cogno, Riello
Allenatore: Roberto Busato
Dirigente accompagnatore: Enrico Favero
Massaggiatore: Filippo De Gobbi

Direzione di Gara: Pietro Fabio Bussinello di Verona
Assistenti: Giuseppe Masotto (V), Federico Corrias (C)

Reti: 18’Pt Gonzalez (V), 31’Pt Mariani (V), 12’St, 32’St Favero (C), 15’St Milani (C)

Note:
Ammoniti: Bonura (V), Motta (V)
Calci d’angolo: (4-7) (1-2)
Recupero: 0’+ 5′

Inizio partita vivace con azioni potenzialmente pericolose da entrambe le contendenti. Primi dieci minuti di studio, si nota che le squadre sono messe bene in campo, si cerca il gioco con il palleggio. Il Villafranca in controllo sembra aver preso bene le misure di un Camisano indubbiamente migliore rispetto all’andata. Sicuramente l’arido e piccolo campo parrocchiale non consentiva di praticare un gioco molto tecnico. I padroni di casa si affacciano sempre più pericolosamente dalla parte del terreno di gioco difeso dagli ospiti ed al 18° minuto viene siglata la prima rete. Punizione da 30 metri defilata sul lato alla sinistra dell’area di rigore, per la battuta è pronto Bonura, la punizione calciata dal suo mancino consente di disegnare una parabola rientrante nell’area avversaria, riceve Gonzalez che di testa trafigge l’estremo difensore Urquilla che non può far altro che raccogliere il pallone dietro di sé.

Il gol mette più lena nelle gambe blu amaranto (in completo fluo per la giornata). Pochi minuti ed arriva il primo calcio d’angolo, Cordioli è in agguato sul secondo palo, il pallone sporcato arriva proprio lì ma la conclusione si spegne di poco fuori.

Da notare il Camisano che riparte sempre molto bene e velocemente costruendo dal basso uscendo a volte palla al piede a volte con precisi lanci. Favero e Milani oggi in giornata ispirata, mettono in seria difficoltà la difesa di casa costretta più volte a rifugiarsi in angolo ne contiamo ben 7 nella prima frazione. Sugli sviluppi di un corner la fortuna bacia il Villafranca, testa di Corrias, il pallone schiacciato a rete centra l’interno del secondo palo, la palla scorre sulla linea alle spalle del portiere Boldrini, sul palo opposto è di guardia Moschini che in piena concitazione la liscia ma alla fine riesce a spazzarla.
A conferma della dura legge del gol che recita “gol sbagliato, gol subito” sul fronte opposto Cordioli cerca la rete che lo porterebbe a marcare per la 6 partita consecutiva, ma il tiro seppur potente viene respinto da Urquilla, Mariani partito dalla difesa come se avesse fiutato nell’aria l’occasione, segue l’azione e alla parata si trova al posto giusto raccoglie e raddoppia per il Villafranca. Dal possibile 1:1 al 2:0

Il Villafranca avrebbe altre due possibilità per aumentare il vantaggio e ipoteticamente chiuderla. Due azioni personali in fotocopia di Gonzalez che dribbla il difensore si porta a tu per tu con il portiere all’altezza dei 5 metri ma calcia su di esso, peccato che in entrambe le occasioni non si avvede di due compagni liberi nell’area piccola pronti al facile tap in. Poco prima dello scadere Motta servito a mezz’altezza ci prova a botta sicura con una semirovesciata plastica da album delle figurine, Urquilla gli nega il gol della Domenica.

Finisce così la prima frazione di gioco con il Villa in vantaggio di due reti, in controllo seppur un po’ in difficoltà a contenere il buon palleggio e gli anticipi degli attaccanti del Camisano.

Si riprende come finito il primo tempo, ottime trame del Camisano, il Villafranca contiene. Mister Sorio non è per niente tranquillo, va nervosamente su e giù lungo l’area tecnica sin dal primo tempo impartendo posizioni e dando indicazioni, il giardiniere del Pizzoletta non sarà per nulla contento di dover riseminare il solco che si sta creando. Al 52° inizia il Blackout. Rigoni è in pieno controllo palla al piede vede arrivare l’avversario di gran carriera ma tentenna a liberarsi del pallone optando di proteggerla con il corpo. Ma la spallata di Favero lo manda giù, ci si aspetta il fischio che non arriva, dell’arbitro Pietro Bussinello di Verona, e che fin lì aveva diretto molto bene, giudica il body-check regolare con l’attaccante che si trova campo libero solo davanti a Boldrini e lo trafigge con un preciso rasoterra diagonale e accorcia 2:1
Villafranca frastornato e disattento nelle retrovie con ancora nella testa il (dubbio) episodio precedente, valuta male la posizione di Milani dietro le linee che invece è tenuto in gioco, riceve un cross e con un tiro a campanile insacca. Sono appena passati tre minuti dal 2:0 al 2:2 !

Adesso il Villafranca vacilla paurosamente sotto la costante spinta vicentina e quasi capitola al 60° con Moschini che salva nuovamente sulla linea a porta vuota. Il problema alla centrale elettrica neurale è più lungo del previsto ed il Blackout non tende a risolversi. Invece Favero oggi ha il radiofaro del vicino Aeroporto acceso che gli indica la direzione dove puntare la barra, ed al 72° firma il clamoroso vantaggio per gli ospiti.
5 Minuti di recupero, il Villafranca con orgoglio torna sé stessa e rischia il pareggio con tre nitide palle gol ma l’imprecisione da due passi è l’emblema della giornata storta. Peccato, il pareggio sarebbe stato senza dubbio più che giusto, ma complimenti al Camisano che è venuto a giocarsela (bene) e porta a casa il bottino pieno.

Una battuta d’arresto che ci può stare, ora testa al primo turno infrasettimanale del 34° torneo Città di Verona, in attesa della sfida di Domenica prossima contro la capolista Alba Borgo Roma.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Villafranca è

Villafranca è sodalizio centenario, è squadra di territorio. Villafranca è per i giovani, è per l’educazione sportiva. È rispetto delle regole. Villafranca è tenacia, energia vincente. Villafranca é per un ambiente sportivo sicuro. Villafranca é riconoscenza. Villafranca è tradizione. Villafranca è innovazione nello sport.

© Copyright Villafranca 2021 - Creato da @giovanisportassociazione