Allievi 2006Masotto salva, Boldrini all’incrocio e sventolio di cartellini

Novembre 22, 20210

Allievi Regionale 2006
Villafranca – Ambrosiana

di Michelangelo Bonura
con Miriam Cavraro

Oggi vanno in scena i 2006 contro l’Ambrosiana, la giornata é fresca sui 7 gradi ma stranamente i castellani non entrano in campo freschi mentalmente come eravamo abituati. Difatti la partita la fanno gli ospiti con un atteggiamento più “sul pezzo” spesso in anticipo sugli avversari che concedendo poco o nulla.

Villafranca Vr – Ambrosiana  (0-1)  1-1

Villafranca:(4-3-3) Boldrini, Mariani, Rigoni, Pogor, Bellini (11’st Savio), Moschini (20’st Dehbi), Gonzalez, Mecchi (8’st Mazzi), Masotto, Bonura (34’st Sakyi), Motta (5’st Cordioli). A disposizione: Gaule
Allenatore: Andrea Sorio
Dirigente accompagnatore: Michelangelo Bonura
Dirigente accompagnatore: Cristiano Mariani

Ambrosiana: (4-4-2) Ferrari, Banterle, Aliano, Caneva, Cerchio, Capuzzo, Bazerla (8’st Caccia), Tommasi (29’st Padovani), Olivieri (22’st Perusi), Carrafiello, Ganassin.
A disposizione: Castellani, Guardini
Allenatore: Mauro Tacconi
Dirigente accompagnatore: Antonio Cerchio

Direzione di Gara: Moahmed Echaouf da Verona
Assistenti: Cristiano Mariani (Villafranca), Stefano Ferrari (Ambrosiana)

Reti: 15’pt Caneva (Am), 34’st Masotto (V)

Note:
Calci d’angolo: (1-0)  (4-3)
Ammonizioni: Dehbi (V), Aliano, Olivieri, Ganassin, Padovani (Am)
Espulsi: Tacconi (All. Ambrosiana)
Recupero: 0’+ 5′

Il primo quarto d’ora è più un gioco al rilancio per gli ospiti e all’indietro per il Villafranca. Carrafiello si procura una punizione da 30 metri, il tiro è potente ma alto..sembra alto invece si stampa sulla traversa, il pallone rimbalza al limite dell’area che trova Caneva colpevolmente lasciato solo pronto a ribattere, e porta in vantaggio l’Ambrosiana. Il Villafranca prova a reagire sviluppando da li a poco la prima vera azione giocata, 1-2 Gonzalez-Motta che tira di poco a lato. Al 20′ Ferrari salva la propria porta preso in controtempo con palla sulla linea. Prima del riposo è Motta che si ripropone ma dopo un bel dribbling perde l’attimo del tiro e l’azione sfuma. Il primo tempo si chiude con il vantaggio degli ospiti con un unico tiro in porta.

Negli spogliatoi mr. Sorio  sembra aver trovato le corde giuste e la compagine di casa rientra in campo che sembra un’altra squadra, o meglio La squadra. I ragazzi costruiscono innumerevoli azioni da gol,  al primo minuto sugli sviluppi di un calcio d’angolo svetta Motta che di testa la manda sopra la traversa da buona posizione e lo stesso fa Masotto qualche minuto dopo. Verso il 16′ st è il rientrante Cordioli, dopo due turni di stop per infortunio, a mancare l’appuntamento del gol con una rasoiata da fuori area.
Le azioni ormai non si contano più, è un assedio che però complice la mancata freddezza “dell’ultimo tocco” fa rimanere il risultato di immeritato svantaggio. Al 33’st Bonura (l’ex di turno) è costretto a lasciare la sfida per crampi, fin lì il migliore dei suoi a centrocampo. Il cambio scombussola per un attimo le marcature avversarie e perdono di vista Masotto che nel parapiglia riceve palla, si smarca defilato fuori dall’area piccola, tira e segna, ma l’arbitro annulla per posizione di fuorigioco tra le proteste del marcatore che evidenzia il fatto di essere stato “servito” dall’avversario e dopo una breve riflessione sulla dinamica accerta che effettivamente era tenuto in gioco dal difensore ospite.
Resosi conto dell’errata valutazione convalida il gol, il che fa imbestialire l’allenatore ospite che manda l’arbitro reiteratamente e lautamente a quel paese il che conduce all’inevitabile espulsione.
La partita a quel punto diventa più nervosa con quattro cartellini gialli sventolati agli ospiti nell’arco di pochi minuti. Il Villa continua a spingere palla al piede cercando soluzioni per vincerla mentre l’Ambrosiana non cambia atteggiamento e gioca prevalentemente di rilancio. Vengono concessi 5 minuti di recupero e al 3′ di recupero Padovani spara una bordata da fuori area che con la traiettoria andrebbe ad infilare la sfera  esattamente nel 7, il tempo sembra fermarsi come in una puntata di Holly e Benji, il pallone sta per insaccarsi ma ecco un vero miracolo del portiere Boldrini, che prende l’ascensore, clicca 2o piano e con il braccio di rientro smanaccia e toglie la palla dall’angolino deviandola fuori. Finisce 1:1, brava l’Ambrosiana a non essere capitolata, dal canto suo il Villa deve recriminare un primo tempo decisamente sottotono e le troppe imprecisioni davanti alla porta che non sono state concretizzate, buona cmq la tenuta che nonostante lo svantaggio fino a 10 minuti dalla fine ci hanno costantemente creduto.

Spread the love

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

WOULD YOU LIKE TO JOIN OUR SOCCER CLUB?

Spread the love

ABOUT OXYGEN FC

logo-soccer-footer

Leverage agile frameworks to provide a robust synopsis for high level overviews. Iterative approaches to corporate strategy foster collaborative thinking to further the overall value proposition. Organically grow the holistic world view of disruptive innovation via workplace diversity and empowerment.

TWITTER

@bold_themes - 13 ore

A new WordPress theme for car services, car detailing, auto wash & repair has been launched! Get it NOW at 40% off…

@bold_themes - 6 giorni

🥳New WP theme! Exceptional design with carefully planned demo content makes your job easier! #wordpress…

@bold_themes - 10 mesi

Take a moment to enjoy in our all time favorite and the bestseller in its niche Craft Beer, a WordPress theme for b…